Salta al contenuto principale Salta alla navigazione principale Salta al piè di pagina

Geologia del sedimentario

""

Il gruppo di ricerca in Geologia Sedimentologica e Stratigrafica vanta un’ampia gamma di specializzazioni, basate sullo studio dei sedimenti e delle rocce sedimentarie, sulla loro evoluzione nel tempo (cronostratigrafia) e nello spazio (paleogeografia), sulla registrazione dei cambiamenti climatici del passato che hanno modificato le rocce sedimentarie, e sulle caratteristiche delle risorse naturali che si trovano al loro interno. Il nostro lavoro si basa sia sulla ricerca sul campo che sulla raccolta e analisi di dati sperimentali nei moderni laboratori del Dipartimento di Scienze della Terra “A. Desio”. 

Tra questi vi sono: 

  • il laboratorio di microscopia ottica e a catodoluminescenza; 
  • il laboratorio di geochimica degli isotopi stabili; 
  • il laboratorio analisi con microsonda elettronica e microscopio elettronico; 
  • il laboratorio di magnetostratigrafia e paleomagnetismo; 
  • il laboratorio di idrogeofisica con tecnologia GIS per l’analisi spaziale; il laboratorio analisi di terreni e sedimenti (e.g. granulometria, composizione ecc.) 
  • Sedimentologia, analisi di facies, litostratigrafia e cronostratigrafia dei sistemi deposizionali continentali e marini. 
  • Processi deposizionali e geometria dei depositi silicoclastici. 
  • Architettura ed evoluzione delle piattaforme carbonatiche in diversi ambienti geodinamici 
  • Ricostruzioni paleogeografiche basate sul paleomagnetismo ed evoluzione dei bacini sedimentari su scala regionale e globale 
  • Magnetostratigrafia e bio-magnetocronologia delle sequenze sedimentarie 
  • Diagenesi delle rocce di carbonato e silicoclastiche e geochimica degli isotopi stabili del carbonio e dell’ossigeno 
  • Analisi delle caratteristiche dei paleo-fluidi e della paleo-temperatura nei bacini sedimentari 
  • Caratterizzazione delle risorse idriche sottosuperficiali e dei bacini idrici 
  • Interpretazione dei sistemi deposizionali e cambiamenti ambientali/climatici nel record geologico.  
  • Idrostratigrafia e sedimentologia degli acquiferi 
  • Cartografia geologica, geologia 3D e sue applicazioni ai bacini sedimentari nei diversi ambienti geodinamici e cinture orogeniche. 
  • Marini, M., Maron M., Petrizzo M. R., Felletti F., and Muttoni G. (2020), Magnetochronology applied to assess tempo of turbidite deposition: A case study of ponded sheet-like turbidites from the lower Miocene of the northern Apennines (Italy). Sedimentary Geology, 105654.
  • Berra, F., Azmy, K. and Della Porta, G.  (2020). Stable-isotope and fluid inclusion constraints on the timing of diagenetic events in the dolomitized Dolomia Principale inner platform (Norian, Southern Alps of Italy). Marine and Petroleum Geology, 121, p.104615.
  • Mangenot, X., Gasparrini, M., Rouchon, V. and Bonifacie, M. (2018). Basin scale thermal and fluid-flow histories revealed by carbonate clumped isotopes (Δ47) – Middle Jurassic of the Paris Basin depocenter. Sedimentology, 65, p.123-150.
  • Zuffetti, C., Comunian, A., Bersezio, R. and Renard, P. (2020). A new perspective to model subsurface stratigraphy in alluvial hydrogeological basins, introducing geological hierarchy and relative chronology. Comput. Geosci. 140, p. 104506.